Home

Recupero e valorizzazione

Un errato abusivismo edilizio, perpetuato a partire dagli anni Settanta, ha obliterato una parte delle evidenze architettoniche dell’antico monastero benedettino, con la realizzazione di interventi di edilizia popolare estesi sino ai limiti attuali degli scavi. Anni di abbandono hanno poi contribuito ad un ulteriore degrado dell’area.
Il progetto - nato a seguito dell'iniziativa organizzata da Legambiente nel 2012 “Puliamo il mondo”, per volontà di un’Associazione Temporanea di Scopo costituita dal Comune di Ravello, l’Università degli Studi di Salerno, dal Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali con capofila l’Associazione culturale Ravello Nostra, con il contributo finanziario del Dipartimento della Gioventù - ha come obiettivo il recupero architettonico e la valorizzazione culturale del sito archeologico del Monastero della SS. Trinità come luogo identitario per la comunità cittadina e come evidenza monumentale del carattere culturale del territorio per i visitatori. 

Stringa loghi2